Παρασκευή, 21 Μαΐου 2010

Tarantella del Gargano! Η ωραιότερη ταραντέλα! Πώς να δείξω τον έρωτά μου σ' αυτή τη γυναίκα;


Tarantella del Gargano

Tarantella del Gargano

La tarantella del Gargano nell'interpretazione memorabile di Pino De Vittorio e della Cappella della Pietà de' Turchini, diretta da Antonio Florio. Tratto da «Oh cielo, oh ammore». Cantate napoletane dell'età barocca. Vol. 1. Symphonía, 1991.


Comma dei fari pi ama' 'sta donni?
Di rose dee fari 'nu bellu ciardini.

'Nu bellu ciardini
di rose dee fari 'nu bellu ciardini
'ntorni d'intorni lei annammurari.

Lei annammurari
'ntorni d'intorni lei annammurari
di prete preziosi e ori fini
a mezzo ce la cava 'na brava funtani.

'Na brava funtani
a mezzo ce la cava 'na brava funtani
e ja ja fa' corri l'acqua sorgentivi.

L'acqua sorgentivi
e ja ja fa' corri l'acqua sorgentivi
'ncoppa ce lu mette n'auciello a cantari.

N'auciello a cantari
'ncoppa ce lu mette n'auciello a cantari
cantava e repusava bella dicevi.

Repusava bella dicevi
cantava e repusava bella dicevi
pi voi so' addivintato n'auciello
pi' fareme 'nu sonno accanto a voi bella madonna.
Me l'ha fatto annammura'
la cammenatura e lu parla'
si bella tu nun ci jve
annammura' nun me facivi
me l'ha fatto annammura'
la cammenatura e lu parla'.

Pure la cammenatura e lu parla'
me l'ha fatto annammura'
la cammenatura e lu parla'
si bella tu nun ci jve
annammura' nun me facivi.
A voie llì, a voie llì, a voie llà.

E sta 'ncagnata che vuo' da me?
mammeta lu ssape e lo vuo' dice pure a te.
Ah! pinciuè
sta 'ncagnata che vuo' da me?
mammeta lu ssape e lo vuo' dice pure a te.

Ah pinciuè
sta 'ncagnata che vuo' da me?


ITALIANO
Πρώτη εκδοχή
Come devo fare per amare questa donna
di rose devo fare un bel giardino
e tutt’intorno un muro
di pietre preziose e oro fino
in mezzo ci metto una brava fontana
e devo far scorrere acqua di sorgente
sopra ci devo mettere un uccello a cantare
cantava e riposava bella diceva
e per te sono diventato un uccello
cantavo le bellezze di questa donna
volellà, io le voglio bene e lei non lo sa
se bene non le volevo, a cantare non venivo
le ho voluto bene e a cantare sono venuto.

Δεύτερη εκδοχή
Come fare per amare questa donna?
Di rose, voglio regalarle, un bel giardino
e girarvi intorno, intorno,
e di lei innamorarmi.
Di pietre preziose e ori raffinati
voglio ricoprirla.
In mezzo alla cava c'è una fontana,
dalla quale scorre acqua della sorgente
sopra vi si mette un uccello a cantare,
canta e si riposa
e le dice «come sei bella».
Per te voglio diventare un uccello,
sognando di stare accanto a te, bella madonna.

Se tu non fossi così bella,
non mi sarei innamorato di te,
del tuo modo di camminare,
del tuo modo di parlare.

Ah, «pinciuè»,
perché sei così cattiva con me,
tua madre sa già che t'amo,
e lo dirà anche a te.

Eugenio Bennato. Montanara di Sacco Andrea.
All'origine di tante varianti della Tarantella del Gargano c'è questa "mundanara" di Andrea Sacco di Carpino.
Immagini: Silvestro Lega (1826-1895)

Daniele Sepe και Brunella Selo

ENCARDIA: Tarantella del Gargano Και η ελληνική εκδοχή... Μια χαρά!

Μερικές ταραντέλες κι ένα θαυμάσιο αφιέρωμα σε pdf για όσους μιλούν ιταλικά και ενδιαφέρονται περισσότερο:
Tarantella del Gargano
Tarantella Calabrese
Tarantella Guappa
Etnomusica e Poesia Popolare della Campania

Δεν υπάρχουν σχόλια: